Bonus Bebè 2019 aumentato


Bonus Bebè 2019 aumentato.volantino

Il bonus bebè (o assegno di natalità) è un contributo di 80 (o 160) euro mensili, dato alla famiglia per ogni figlio nato o adottato tra il 1° Gennaio 2019 ed il 31 Dicembre 2019.
E’ esente da tasse e non influisce sul reddito.
Ha validità dal giorno della nascita o adozione ed ha la durata di 12 mesi.
Indispensabile ISEE 2019.
Sono ancora vigenti i bonus per i figli nati 2016-2017 che ora hanno meno di tre anni e per i nati 2018 ora con meno di un anno.
La durata iniziale triennale è diventata annuale nel 2018 e nel 2019.

RIFERIMENTI DI LEGGE
L’assegno di natalità  inizialmente è previsto dalla Legge di stabilità 2015 art. 1 comma 125, legge n. 190 23 Dicembre 2014.
La legge di bilancio 2018 ha poi ridotto la durata da 3 anni a 12 mesi per i nuovi nati 2018.
Con il decreto fiscale e con legge 136/2018 la durata è stata confermata in 12 mesi da Gennaio al 31 Dicembre 2019.
Si resta, comunque , in attesa di eventuali circolari INPS in merito.

CHI NE HA DIRITTO:
Mamme con residenza italiana e:
– cittadinanza italiana o di uno Stato dell’Unione Europea;
– cittadinanza di uno Stato esterno all’Unione europea e con permesso di soggiorno di lunga durata;
rifugiate politiche oppure con protezione sussidiaria;
(In caso di permesso di soggiorno breve, qualora la domanda fosse respinta, si potrà far ricorso al Giudice).
– Valore ISEE 2019 (indicatore situazione economica equivalente) non superiore ai 25.000 euro.

MISURA DEL BONUS CON NOVITA’ 2019
– Isee inferiore ai 25.000 euro: il valore del bonus è di 80 euro mensili (960 annui)
– Isee Inferiore ai 7.000 euro: il bonus raddoppi a 160 euro mensili (1920 annui).
Dal 2019, se in famiglia vi è già un altro figlio, il bonus è elevato del 20% ed è di
– 96 euro mensili (1.152 all’anno) o di
– 192 euro mensili (2.304 all’anno)

E’ concesso con decorrenza dal giorno di nascita del figlio e/o dal giorno di ingresso in famiglia di figlio a seguito di adozione. Se ricorrono entrambe le circostanze o in presenza di parto gemellare il valore dei bonus viene moltiplicato per il numero dei figli.
Per ogni figlio andrà fatta una specifica domanda.
Le condizioni che hanno dato diritto al bonus (Isee di 25.000 euro o di 7.000) devono permanere per tutti i 12 mesi o (in caso contrario lo stesso sarà ridotto o, se Isee superiore ai 25.000, revocato).

COME E QUANDO FARE LA DOMANDA
La domanda deve essere presentata dal genitore convivente con il figlio esclusivamente, in via telematica:
– Direttamente con il proprio PIN;
– Contact Center Inps– numero verde 803.164 ( gratuito da rete fissa) o numero 06 164.164 (mobile);
– Presso l’Inps, ove l’operatore ti potrà fornire in PIN e assistenza nella compilazione;
Dal tuo Patronato o Caf di fiducia.
La domanda  entro i 90 giorni dopo la nascita con validità dal giorno stesso della nascita o adozione.

COSA SUCCEDE SE VIENE FATTA DOPO

Se viene fatta dopo i 90 giorni il bonus stesso inizia dal mese della domanda e rimane fino al compimento dei 12 mesi o dei 3 anni (per i nati nel 2016-2017), senza pagamento di arretrati. La domanda deve essere fatta una volta sola, ma Isee deve essere rinnovata annualmente alla scadenza.
In caso contrario il bonus sarà sospeso

PAGAMENTO:
Dovrà essere allegato , per il pagamento, sul conto corrente bancario o postale, il modulo SR 163, firmato e timbrato anche della banca o dalla posta, con indicazione dell’IBAN.
Il pagamento è dal mese successivo a quello di presentazione della domanda. Se la domanda è stata presentata entro i 90 giorni , il primo pagamento comprende anche le mensilità arretrate

PER INFO:
803.164 (Contact Center Inps – fisso)   06.164 164 (da mobile)